7 strategie per combattere fatica cronica e FibroFog da fibromialgia

come combattere fatica cronica e fibrofog da fibromialgia

Fatica cronica e FibroFog sono i due sintomi, insieme al dolore, che mi hanno reso la vita un calvario per anni. Mi sentivo sempre esausta, con la vitalità di una persona terminale, svuotata di ogni energia. E poi la mente sempre annebbiata, che rendeva difficile se non impossibile mettere insieme parole in frasi di senso compiuto, con continui vuoti di memoria o con la parola giusta in testa che si tramutava in tutt’altro al momento di verbalizzarla.

Con un po’ di costanza ed allenamento però il problema si è risolto completamente: adesso sono sempre piena di energia e so come ricaricarmi velocemente quando ne consumo più del previsto. La mia mente è lucida e cristallina e la mia comunicazione molto più fluida e coerente.

In questo articolo ti svelerò le 7 strategie che io stessa ho messo in atto per ottenere tutto ciò. Ma procediamo per gradi e permettimi di presentarmi.

Namaste, mi chiamo Senia e sono insegnante di yoga e meditazione himalayana, infermiera, Wellness Coach e fondatrice di FibroYoga®, l’unico stile di yoga specifico per la fibromialgia. Sono infatti fibromialgica da oltre 25 anni e dopo aver passato la maggior parte della mia vita tra dolori e sofferenze, ho ritrovato il benessere con tutte le strategie di cui parlo nel mio libro “Padrona della tua vita”.

Per iniziare cerchiamo di capire meglio quali sono le cause della fatica cronica e della FibroFog che la fibromialgia comporta.

PERCHE’ LA FIBROMIALGIA COMPORTA FATICA CRONICA E FIBROFOG?

Iniziamo con la FibroFog, che altro non è che la confusione mentale, quella nebbia cerebrale che presto o tardi arriva a comprometterti la memoria, la lucidità e le relazioni sociali. Le parole iniziano a mescolarsi in bocca, pensi una frase e ne dici un’altra, non hai consapevolezza delle tue azioni, ti senti sconnessa, guidi l’auto e non sai come ti ritrovi esattamente in un luogo, non ti ricordi ciò che hai sentito 10 minuti prima, non riesci a concentrarti, leggi le righe di un libro e non ci capisci niente, studi e non ti resta nulla in mente.

Questo sintomo è dovuto all’irritazione ed al sovraccarico del sistema nervoso centrale, che si trova a dover elaborare e fornire risposte ad un numero eccessivo di segnali. In poche parole il sistema nervoso è in corto circuito e ciò che ne deriva è la confusione.

La stanchezza cronica o chronic fatigue è invece quella condizione che ti fa sentire uno straccio in ogni momento della giornata, quella sensazione di pesantezza anche solo per spostare un bicchiere d’acqua, il sentirsi il corpo come un macigno da movimentare ogni volta che devi fare anche solo un passo, è quella cosa che blocca ogni tua ipotetica euforia o iniziativa mentale perché sai che dovrai usare il corpo. Ma è anche quella pesantezza mentale che ti rende quasi apatica o demotivata, quella sensazione che ogni cosa, anche la più semplice, sia un’impresa immane da compiere, quella condizione che ti fa percepire tutto come una delle 12 fatiche di Ercole. Inoltre spesso si associa anche la sensazione di una febbre interiore permanente: il termometro fornisce una temperatura corporea normale, ma tu ti senti come influenzata. E questo dura 24/24h, 7/7 giorni.

La stanchezza cronica, detta anche encefalomielite mialgica, è un problema prevalentemente del 3° chakra, che non è in grado di mettere in circolo abbastanza energia per mantenerti vitale, e dell’irritazione del cervello e midollo spinale.

ECCO LE MIE 7 STRATEGIE PER COMBATTERE FATICA CRONICA E FIBROFOG DA FIBROMIALGIA

  1. Credo che il primo fondamentale passo per combattere questi sintomi sia amare te stessa. E questa non è la solita fuffa, della serie “amati e tutto scomparirà”. Amarsi non è sufficiente per guarire, ma costituisce le fondamenta per poi mettere in atto azioni concrete ed ispirate per stare bene. Non è facile amarsi per come siamo, coi nostri dolori e con tutti gli altri sintomi correlati, ma se a poco a poco impariamo ad accoglierci anziché giudicarci, a coccolarci anziché rifiutarci, a rispettarci anziché dispregiarci  la situazione può cambiare. Quindi, inizia subito a fare qualcosa che ti permetta di amarti un pochino di più e vedrai che presto si trasformerà in una valanga che ti porterà a sceglierti sempre di più come priorità. Per cominciare, vai davanti allo specchio e ripeti a voce alta più volte “MI AMO” oppure “(IL TUO NOME) TI AMO”. All’inizio ti sembrerà ridicolo ed imbarazzante, ma col tempo sarà sempre più autentico. Provare per credere!
  2. Lo abbiamo visto poco fa: la FibroFog deriva da un sovra-eccitamento del sistema nervoso. Andare a scaricare e resettare il nostro sistema nervoso può rivelarsi indispensabile. A questo scopo sono molte le attività che puoi mettere in atto. Per citarne alcune: leggere un libro, camminare nella natura, impastare la pizza…qualunque cosa che non preveda l’uso di tecnologia, che emette una serie eccessiva di stimoli (in poche parole, guardare la tv o stare sui social non vale a tal fine).
  3. Nel caso della fatica cronica si aggiunge poi un depauperamento di energia a livello del 3° chakra. Per stimolarlo si può agire con l’alimentazione, ad esempio consumando cibi come zenzero, cardamomo e tutte le altre spezie ed alimenti che stimolano Agni, il fuoco digestivo.
  4. Per potenziare l’effetto del lavoro sopra elencato, può esserti utile praticare FibroYoga®, l’unico stile di yoga specifico per la fibromialgia. Di seguito trovi un video che ti aiuterà a defaticare il sistema nervoso, migliorando così col tempo la tua vitalità e la tua lucidità mentale.

 

5. Altra cosa che per me è stata utilissima è la meditazione himalayana. Con la meditazione andiamo a lavorare proprio sul sistema nervoso, principale responsabile di questi due sintomi, e con la tecnica himalayana si accede ad una fonte inesauribile di energia. Risultato? In breve tempo mente lucida e vitalità! Puoi scoprire come funziona leggendo l’articolo “Meditazione Himalayana: cos’è e come funziona” oppure puoi andare direttamente a vedere quando si terrà il prossimo corso.

6. Non so se già lo sai, ma ho scritto un libro su come tornare a stare bene con la fibromialgia. In questo libro ci sono davvero tantissimi spunti e consigli pratici per gestire al meglio la tua fibromialgia e i relativi sintomi, compresi stanchezza cronica e FibroFog. Leggi il libro “Padrona della tua vita.”

7. Per qualcosa di veramente completo ho creato ben due corsi dedicati a questi due sintomi, in cui trovi approfondimenti  sulla parte teorica e pratiche complete di FibroYoga®, nonché altri consigli utili.

>> ACCEDI AL CORSO PER LA STANCHEZZA CRONICA

>> ACCEDI AL CORSO PER LA FIBROFOG

Se hai trovato utile quanto letto qui e credi possa essere utile anche ad altre persone, condividilo pure. Mi farà piacere.